Archivi tag: Società

GREEN ENERGY: EPPUR SI MUOVE…di Paolo Turati su IL PROGRESSO

Mio articolo pubblicato oggi su IL PROGRESSO.

Paolo Turati

Green Energy.GREEN ENERGY: EPPUR SI MUOV… come avrebbe detto Galileo (subito dopo l’abiura “obbligata” estortagli dall’Inquisizione).C’erano non pochi dubbi su una
ilprogressonline.it
Annunci

LAVORO A TRAZIONE UMANA PER I GIOVANI DELL’ITALIA DEL TERZO MILLENNIO

Sono non solo solidale, ma ben di più coi ragazzi che si sbattono nello smog, coi pericoli del traffico e dei pedoni a carico loro e degli altri ed al freddo pur di guadagnarsi pochi soldini con tanta fatica nei trasporti a locomozione umana ormai cosí sempre più esponenzialmente diffusi nelle nostre città. Però qualche Magistrato dovrebbe mettere mano a sanzionare la committentenza di questo sfruttamento. E non parlo (solo! ) di violazioni sindacali( qualche azione giudiziaria é già stata avviata) , ma antinfirtunistiche, evidenti solo che si osservi cosa questi poveretti sono costretti a fare a bordo dei mezzi più strani( ormai c’è un vero e proprio business anche nella produzione dei veicoli commerciali a trazione umana) sui marciapiedi o nelle strade intasate pur di poter consegnare una pizza, o un mazzo di fiori, o… un’enciclopedia Treccani da 50 chili. Oltretutto sono sforzi da atleti(certamente non viene fatto loro debito controllo di adeguatezza fisica al Centro medicina dello sport) quelli che vengono imposti loro a quaranta gradi o sotto la neve per ore e ore al giorno e molte decine di chilometri da percorrere stracarichi in modo spesso evidentemente “squilibrato” il ciclista-porter. Confido che qualche amico Magistrato che legga questo post valuti un eventuale intervento verso le imprese committenti, quanto a noi come Società non c’è molto di cui andare fieri nell’aver riproposto ad una generazione di nostri giovani modelli di lavoro( visto che di “normale” abbiamo fatto in modo che per i giovani non ce ne sia più) ‘sfruttato’ degni dell’estremo Oriente dei risciò di un Secolo fa.

Paolo Turati

L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, persone sedute e spazio all'aperto
L'immagine può contenere: una o più persone, bicicletta e spazio all'aperto
L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'aperto
L'immagine può contenere: bicicletta

HALLOWEEN PENSIERO: E IMPORRE IL RUOLO DI BECCAMORTO AI CORROTTI PUBBLICI?

In tema di Halloween: certo che risvegliarsi a bara appena chiusa e infilata nel loculo o interrata c’è da morire di paura( e chissà a quanti dev’essere già capitato…solo che non possono raccontarlo). Una volta esistevano i tirapiedi per i boia e i beccamorti per i defunti naturali: occorrerebbe rivalutare queste figure, magari imponendo questo( secondo: ormai in Italia non si impicca più ma, per certi versi e per certi crimini, c’è da chiedersi se non sarebbe meglio ripensare a questa larghezza di manica) ruolo ai corrotti pubblici. Sarebbe un bel contrappasso.

Paolo Turati

La “tafofobia”, la paura di essere sepolti vivi, è ancora giustificata
agi.it

ALTRO CHE CONCORDARE SUL “CONCORDATO”: BISOGNEREBBE SCENDERE IN PIAZZA…

Altro che concordare sul Concordato: bisognerebbe scendere in Piazza. Qui sotto un contributo del noto saggista e matematico Prof.Piergiorgio Odifreddi, collega dell’Università di Torino, che conclude:
‘E’ anche a causa di quei “comunisti” di allora, e di questi ex-”comunisti” di ora, che l’Italia continua a rimanere in ginocchio di fronte alla Chiesa e al Papa. E’ anche con la loro connivenza e complicità che qualunque governo, ecumenicamente e impunemente, sottrae ogni anno miliardi di euro ai poveri contribuenti e li elargisce ai ricchi preti. E’ anche la loro voce che oggi si unisce all’infausto coro che celebra questa triste pagina della storia italiana’.

Paolo Turati

Lo scherzo (da preti) del Concordato

Nell’ambito delle celebrazioni per il centocinquantenario dell’unità d’Italia, l’11 febbraio le autorità civili e religiose festeggiano in pompa magna la firma dei Patti Lateranensi e del Concordato tra Stato e Chiesa. Cosa ci sia da festeggiare, lo san

odifreddi.blogautore.repubblica.it

 

I CLANDESTINI PER MARE( ANCOR PIU’ DELL’EURO) HANNO ALLA FIN FINE DECRETATO L’AMMARAGGIO DEFINITIVO DELL’EUROPA

E dopo Brexit, Ungheria e Austria( per non dire della Polonia, nonché degli USA trumpiani e della Russia putiniana parimenti sovranisti), anche la Repubblica Ceca consegna l’avviso di sfratto all’Europa. Fra un po’(mentre pure la Catalogna sta esplodendo, la Grecia è ormai definitivamente alla canna del gas, il Portogallo si è tristemente trasformato in un centro di quiescenza per pensionati di altre nazioni europee e pure nell’europeissima Olanda ormai il Partito sovranista è il secondo) anche l’Italia farà la sua parte( non solo coi referendum consultivi lombardoveneti odierni ma alla prossime Elezioni politiche in cui con ogni probabilità i sovranisti supereranno numericamente gli altri) e credo che sarà proprio il nostro Paese a lanciare il missile terra-terra finale contro l’ex invincibile Divisione corazzata della Feldmarescialla Merkel( con consenso ormai ridotto a un terzo degli elettori tedeschi in un contesto in cui non si riesce neppure a formare un Governo da quando lì ci sono state le Elezioni politiche) ormai bunkerizzata a Berlino come la Graf Von Spee lo fu a Montevideo. A margine di un rilevante convegno ho udito con le mie orecchie un importante membro del nostro Governo ammettere quello non certo solo io sostengo da anni e, cioè, che ormai “l’Europa sta scoppiando”. Prepararsi all’ammaraggio. Dopo 50 di insipienza, di cui solo in parte la nostra generazione è colpevole. Lo è molto di più quella precedente( diciamola tutta: negli Anni Cinquanta, Sessanta, Settanta e Ottanta anche gli asini volavano) che ci ha proposto, pur in buona fede ma con lungimiranza e umiltà nulle, un comodo piatto caldo che era invece avvelenato.

Paolo Turati

Elezioni in Repubblica Ceca, vince il populista Babis. Secondo il partito xenofobo e anti-europeista – Il Fatto Quotidiano

Continua ad allargarsi il fronte populista in Europa. Le elezioni in Repubblica Ceca premiano Andrej Babis, miliardario e populista, fondatore del movimento politico euroscettico di centro-destra Ano 2011. Una vittoria netta quella di Babis, 63 anni e secondo uomo più ricco del Paese: secondo le pri…

ilfattoquotidiano.it

TORINO MAGAZINE CON SERVIZIO SPECIALE DI P.TURATI SULLE GRANDI PROSPETTIVE DI TORINO CAPITALE DELL’ARTE

Gentilissimi,
siamo lieti di inviarvi in anteprima la copertina del numero di Torino Magazine Autunno 2017 dedicata a Luca Argentero, volto sempre più amato dai torinesi.
All’interno troverete oltre 100 pagine dedicate agli eventi estivi e segnalazioni su quelli autunnali, un servizio dedicato allo ‘Stato dell’Arte’ dell’arte contemporanea in città curato da Paolo Turati.
E per essere sempre aggiornati sulle aperture e le novità enogastronomiche dell’autunno , una grande sezione dedicata al Food & Wine in città.
Buona lettura!

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, sMS e primo piano

SEMPRE PIU’ INARRESTABILE LA FUGA DEI NOSTRI “MIGLIORI” ALL’ESTERO

Invece di ingolfarci di gente dall’Africa senz’arte nè parte solo da mantenere che manco sa cosa sia l’Italia, dovremmo esclusivamente dedicarci a che i nostri migliori( ché, oggigiorno, quelli che vengono ricercati a Londra o a New York o a Sidney sono parte del nostro “meglio” che se ne va, non certo la feccia, che resta nei nostri confini) concittadini non se ne vadano a lavorare altrove, come sta ormai accadendo in forma sempre più significativa. D’altra parte, la constatazione che l’alternativa sia quella di essere governati oggi da Renzi tramite i suoi sodali e domani magari, con un ritorno al futuro esaltante, di nuovo da Berlusconi non può che mettere le ali ai piedi della fuga. Risultato di una politica non solo inetta ma anche dissennata che ha portato la disoccupazione giovanile al 40%, ma anche di una Cultura familiare che ha fatto sì che gli studi che hanno fatto o stanno facendo gran parte dei giovani siano assolutamente disallineati rispetto a quello che oggi il mercato richiede.

Paolo Turati

Nel 2016 sono espatriati 124.076 connazionali (ANSA)
ansa.it