Archivi tag: Economia

ITALIA SI’, ITALIA NO!

Italia: due notizie, una splendida, con la vittoria odierna di Federica Brignone in Sg di Cdm femminile a Badkleinkircheim, e una pessima, da parte dell’autorevolissima Cgia di Mestre che certifica come la tanto strombazzata dai Media governo-supini( attenti più che altro, oltre che ad amplificare i proclami pidini, a “chimicare” ogni parola di Trump, in certi casi sciocca, come del caso dei “Paesi……..” ma almeno genuina, eccheccàvolo) ripresa dell’economia italiana sia una mera illusione.

Paolo Turati

L'immagine può contenere: una o più persone, cielo, spazio all'aperto e natura
L'immagine può contenere: sMS
Annunci

MAGELLANO IN CAMPO PER SALVARE GLI OSPEDALI MONOSPECIALISTICI: IL PARERE DEL PROF. PIERO ABBRUZZESE

Perfettamente d’accordo con l’amico Piero Abruzzese: noi della Magellano abbiamo fatto e stiamo facendo ogni sforzo( abbiamo anche presentato, me presente, al Presidente Chiamparino un petizione con 32 mila firme) perche questa logica scellerata venga rivista.

Ho accettato di venire a Torino a fare il primario di cardiochirurgia pediatrica venti anni fa.
fondazionemagellano.it

CULTURA E TURISMO: “LO SLANCIO IN PIU’ ” PER RISCATTARE L’ITALIA

Mio articolo odierno pubblicato su IL PROGRESSO sull’industria della Cultura museale in Italia.

Paolo Turati

Cultura e Turismo.Oggi il comparto Turismo-Cultura cuba circa il 12% del Pil.E’ ovvio che un Paese come il nostro, che
ilprogressonline.it

CONSUETA VISION CONSUNTIVA E PREVENTIVA D’INIZIO D’ANNO SUGLI INVESTIMENTI

Eccovi la consueta vision consuntiva e preventiva d’inizio d’anno sugli investimenti( qui quella di 12 mesi fa :https://paoloturatitactica.wordpress.com/2016/12/09/investimenti-2017-impressioni-dinverno/ ) .Per la seconda volta nella Storia, la capitalizzazione delle Borse mondiali supera il Pil mondiale. La prima volta era stata nel 2007, prima del grande crash dei Subprime, del Debito Sovrano e del Sistema bancario. Già all’inizio dell’anno passato consigliai, sbagliando a livello di indice ma non di rapporto di cambio contro Euro sulla divisa locale per le sole extrareaeuro( Usa compresi, dove, per l’appunto, i guadagni di un investitore di area euro sarebbero però comunque stati totalmente annullati dal calo delle valute locali), di star lontani dalle Borse. Lo ri-consiglio con maggior enfasi oggi, così come ribadisco, come feci 12 mesi fa azzeccando ahimè le( peraltro facili – come pure lo furono le mie previsioni sull’aumento del prezzo del greggio fino ad un intorno del costo dell’estrazione a mezzo fracking – stante il livello minimo raggiunto dai saggi d’interesse a causa dei vari QE “perpetrati” per salvare un Sistema finanziario tutt’altro che solido dalle conseguenza del crash del 2008 suddetto ) previsioni, di non investire in bonds a tasso fisso, vieppiú se con scadenza a lungo termine. Un elemento valutativo empirico molto semplice per valutare come sia andato nella sostanza il 2017 per un investitore “bilanciatamente”( come logico immaginare che sia) pesato sui vari settori finanziari? Se si osservano i due gestori mondiali, rispettivamente il meglio reputato degli ultimi 20 anni e quello di maggiori dimensioni globali, nei rendimenti dei loro più importanti Fondi Comuni relativamente al comparto bilanciato, il rendimento è stato da leggermente a piuttisto negativo. Per non parlare del rendimento negativo medio pessimamente caratterizzante i Fondi Comuni investiti in bonds o liquidità. Quanto all’Art market, faccio sommessamente notare che quattro su cinque dei nomi che ho segnalato l’anno passato( Vedova, Hartung, Tàpies, Matta) hanno fatto il loro record assoluto. Un Buon 2018 per i vostri( confido prudentissimi) investimenti!

Paolo Turati

Se la Borsa supera il Pil c’è poco da festeggiare

Il 2017 è stato un altro anno record per le Borse e gli altri mercati mobiliari mondiali. E fa effetto sapere che proprio grazie alla Borsa, i

ilsole24ore.com

AL CAPEZZALE DEL RISPARMIO GESTITO DEGLI ITALIANI: A FARGLI DIRE “TRENTATRE'” E’ MEDIOBANCA

Mio articolo odierno pubblicato su IL PROGRESSO.

Paolo Turati

http://ilprogressonline.it/…/risparmio-gestito-italiani-e-…/ di Paolo Turati

Risparmio Gestito: il punto di Paolo Turati.
Risparmio Gestito.Al capezzale del risparmio gestito degli italiani: a fargli dire trentatré è Mediobanca.
ilprogressonline.it

CHI SONO I FRUITORI STRUTTURALI DEL BUSINESS DEI BITCOIN

Un video interessante con un indizio pesante sul “cui prodest” a prescindere il fenomeno delle criptovalute. In tutta sincerità, pur essendomi impegnato seriamente nel cercare di capire la tecnicalità di Bitcoin et similia, assistendo a conferenze e confrontandomi coi dei tecnici, NON sono riuscito a capire L’ORIGINE DELLA FONTE DEL FENOMENO, cioè quel misterioso software inventato da chissà chi( Nakamoto o altri nomi di fantasia: dieci volte su dieci mi son sentito dire “sono aspetti tecnici molto complessi e non è questa la sede per affrontare”…ma quale sarà mai, allora, la sede?) che distribuisce a caso in rete un numero finito di Bitcoin in rapporto alla potenza installata in un computer collegato in peer to peer. Il che ha creato un numero enorme( alla fine del gioco qualcosa mi dice che risuterà che costoro saranno più numerosi degli investitori finanziari puri e semplici in Bitcoin) di speranzosi minatori che, investendo cifre importanti in hardware, software, generatori di energia elettrica e…bollette della luce, sperano di guadagnare in modo passivo( che è il sogno dell’uomo). Chi guadagna cifre immensa da tutto ciò sono invero per certo i produttori di software, hardware( diventati, guarda un po’, introvabili sul mercato) e i gestori dell’elettricità e della distribuzione dei dati. I miners di Bitcoin sembrano figure ragguagliabili a quelle delle reti distributive multilevel piramidali nelle quali sono essi stessi gli inconsapevoli acquirenti( dei kit da proporre in vendita ad eventuali acquirenti o, meglio ancora, cosa che è poi la regola, a possibili rivenditori che “discendono” da loro ad un livello sottostante). Lo schema Ponzi non finisce mai di stupire in tutte le sue variazioni da un Secolo e mezzo( ma anche di più, se si pensa alla Compagnia del Mississippi o a quella dei Mari del Sud in cui finirono “incagliati” investitori come Isaac Newton) e funziona sempre benissimo grazie alla brama connaturata nell’uomo( chè poi ci sta…deriva da quando si era nelle caverne e bisognava uscire a uccidere l’orso o venire uccisi: meglio, se possibile, anche no!) di arricchirsi senza lavorare o, quantomeno, rischiare. Nel Klondike, per ogni minatore d’oro che si arricchì 100 si rovinarono o morirono ma tutti i saloon, i bordelli, gli empori, i mercati di alcolici e di armi( l’hardware di allora assieme a pale e picconi) e i cambiavalute( le piattaforme web di quei tempi) facero affari d’oro.

Paolo Turati

http://www.iltorinese.it/bitcoin-chi-sono-i-fruitori-strutturali-del-business/

Configurazione da 6000€ Per il mining

Oggi andremo a vedere l’assemblaggio di una configurazione da 6000€ pensata per il mining, andrò anche a spiegare dove sono…

youtube.com

AMMANCHI FINPIEMONTE: ULTERIORE BRUTTISSIMA COSA, DOPO I VARI CRACK EUROFIDI E DERIVATI FINANZARI “MAL SOTTOSCRITTI”

Triste aggiornamento, fedeli all’impegno presoci a suo tempo sul tenervi informati circa l’ormai conclamata inadeguatezza manifestatasi nell’ultimo decennio( ma pure prima) anche solo per incapacità di controllo( ove non si configurino più gravi responsabilità nel corso del procedere dei vari filoni di indagine in corso dei quali si sta occupando la Magistratura) da parte delle diverse Amministrazioni di qualsivoglia colore della Regione Piemonte a detenere partecipazioni finanziarie di importanza quali Eurofidi( di cui al clamoroso crack), Finpiemonte, di cui qui sotto una torbida e gravissima vicenda testè emersa, e quant’altro( fra le varie, i contratti sui prodotti finanziari derivati che, a detta della stessa attuale Amministrazione, fanno paventare, a non lunghissimo periodo, un terribile effetto strozzamento per le finanze regionali).

Paolo Turati

La vicenda è delicatissima, gli investigatori usano il proverbiale “massimo riserbo”, la procura ai suoi massimi livelli ha imposto il silenzio, ma il mondo politico è in fibrillazione e si parla di un imminente cataclisma in procinto di abbattersi sulla…
lospiffero.com