Archivi categoria: Senza categoria

LEONARDO, SALVATOR MUNDI…ARTIS( MARKET)!

Come avevamo anticipato nei giorni scorsi che sospettavamo sarebbe successo, ecco che è saltato fuori a 450 milioni di Dollari da Christie’s a New York il record del mondo assoluto di un’opera d’arte venduta, vuoi in asta, vuoi a trattativa privata. In particolare, strabattuto il precedente record fra gli antichi maestri, che era di una settantina di milioni per “Il Massacro degli innocenti” di Rubens, in quest’asta ‘contaminativa’ che ha fruttato circa 800 milioni di fatturato( riproponendo il fasti di qualche anno fa) e che vedeva accanto al Leonardo, fra gli altri, una serie di “Ultime cene” leonardesche, non certamente a caso, di Warhol( 60 milioni), un potente Twombly del 2005( 46 milioni) e un classico Rothko del 1957( 32 milioni). Vedremo come risponderà stasera Sotheby’s ma, pur nella sua gran qualità, il suo Catalogo non pare competitivo con lo strapotere espresso( pur con non pochissimi invenduti) in quello della Maison di François Pinault.

Paolo Turati

http://www.ansa.it/sito/notizie/cultura/arte/2017/11/16/leonardo-venduto-a-450-milioni-dollari_ce0cc997-22c8-49c1-8e40-cb38ad1efdd5.html

‘Salvator Mundi’ di Leonardo venduto per 450 milioni dollari – Arte
E’ l’opera d’arte più costosa della storia, il primato apparteneva a ‘Interchange’ di Willem De Kooning con 300 milioni (ANSA)
ansa.it

Annunci

Tesla: “ritratto metafisico” in memoria di un Genio

In questi giorni di esposizione alla Reale Muta Assicurazioni di Piazza Castello a Torino della nostra Mostra Merca(r)tor, fra i dipindi della quale c’è un importante omaggio a Nikola Tesla con un suo ritratto “metafisico”, mi piace ricordare( così come ho già fatto durante la sua commemorazione ufficile al Tesla Day di Cesena qualche anno fa: https://www.youtube.com/watch?v=QU7-KNtY-vk&feature=share) la caratura di quel Genio che, al tempo dei Greci, avrebbero definito un Semidio, mentre nella nostra Era è finito negletto, solo e in povertà e solo un Secolo dopo si è capito quanto fosse grande.

Paolo Turati

Nikola Tesla aveva previsto l’invenzione degli smartphone già nel 1926

Nikola Tesla era un visionario. Una mente avanti almeno di un secolo, tanto da riuscire a prevedere invenzioni che sarebbero state realizzate molti anni dopo la sua morte.…

huffingtonpost.it

VI ASPETTO SABATO 14 OTTOBRE H 17 A PALAZZO SALMATORIS PER IL VERNISSAGE DELLA MOSTRA DI LUCIO FONTANA!

Paolo Turati Tactica

“Tutti pazzi per Lucio Fontana”, e da tempo, me compreso( qui in un’immagine di repertorio alla Pinacoteca dell’Albertina durante un’importante expo internazionaleche avevo avuto il piacere di aver reso possibile venisse realizzato a queimassimi livelli). Vi aspetto pertanto a Palazzo Salmatoris di Cherasco Sabato 14 Ottobre alle h 17, dove terrò un breve speech inaugurativo della Mostra “Lucio Fontana e l’annullamento della pittura dal Gruppo Zero all’Arte Analitica”. Catalogo contenente mio contributo critico.

Paolo Turati

L'immagine può contenere: sMS

L'immagine può contenere: 1 persona, vestito elegante

View original post

Invito alla preview di Merca(r)tor, Giovedì 12 Ottobre h18, Piazza Castello 113, Torino(Tower Center Torino Castello, a/p di Reale Mutua Ass. ni) 

Paolo Turati Tactica

Inaugurazione Giovedì 12 Ottobre h 18 – presso il Tower Center Torino Castello, Ag. princ. di Reale Mutua Assicurazioni, Piazza Castello 113, Torino- della preview, che ivi si protrarrà in concomitanza di “Turin Design of the city” fino a Martedì 24 Ottobre, seguita dalla successiva esposizione pubblica -che si aprirà sotto l’egida di Banca Generali col vernissage di Venerdì 3 Novembre alle h 18, per poi proseguire fino a Venerdì 10 Novembre presso il Circolo del Design di Torino, in via Giolitti 26/a, in concomitanza della settimana di “Artissima”- di “Merca(r)tor”, della pittrice italoamericana Natalie Silva, realizzatrice delle opere, e dell’economista Paolo Turati, autore del concept e dei bozzetti, a cura di Luca Barsi, che propone in 41 grandi opere ad olio/acrilici su tela o legno altrettante interpretazioni di famose storie della finanza mondiale di tutti i tempi.

Lo staff di Tactica

http://www.facebook.com/events/179114142658249/?ti=as

View original post

A Christo la Laurea honoris causa all’Università di Torino: Cerimonia il 17 Ottobre h 10,30

Come Docente di Economia degli investimenti presso il nostro Ateneo non posso che dirmi orgoglioso che la nostra Università sia stata così attenta, superando tutte le altre, nel riconoscere ad un Artista come Christo, l’investimento nelle cui opere d’arte è stato tanto più profittevole quanto culturalmente elevato, la Laurea honoris causa( cerimonia, a cui non mancherò, Martedì 17 Ottobre h 10 30 all’aula Magna della Cavallerizza Reale).

https://www.unito.it/eventi/cerimonia-di-conferimento-della-laurea-honoris-causa-allartista-christo
Paolo Turati 

Schaeubbuble beware! 

Io credo e denuncio da tempo che agli operatori finanziari la necessità di crescere nelle masse delle gestioni a prescindere, vuoi per combattere la concorrenza nei casi virtuosi, vuoi per allungare il brodo delle magagne di Bilancio in quelli viziosi, abbia davvero fatto perdere la testa e abbia generato un mostro di dimensioni spaventose costituito da mercati sopravvalutati la cui bolla, come ammonisce ora anche Schaeuble, può scoppiare da un momento all’altro. Non ho più un’azione e un bond da tempo e solo per etica( danaro del diavolo quello guadagnabile con le perdite altrui) non “shorto” tutto quello che potrei.

Paolo Turati 

http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2017/10/08/schaeubleallarme-bolletroppa-liquidita_3efd2c10-9f9a-42fa-af67-8c7b9c52816a.html

Blockbuster Mirò exhibition in Turin

Ho visitato con l’amico Alberto Sacco( nelle immagini durante il suo speech introduttivo in cui, peraltro, si rallegrava, come valente Assessore al Commercio con delega al Turismo della città di Torino, del confortante +10% quanto a camere d’hotel occupate rispetto allo stesso periodo d’anno precedente e “con” Mirò), la preview della Mostra blockbuster che vede esposte da domani a Palazzo Chiablese varie opere del periodo tardo( evidentissimi gli echi informali di espressionismo astratto americano di Gottlieb, di Rothko, di Kline…financo di Azionismo viennese di Nitsch e Rainer ) del Maestro provenienti dall’omonima Fondazione di Maiorca. Che dire? Dignitosa, per quanto, peraltro di dimensioni inferiori, simile ad altre già prodotte in passato(ne ricordo una a Villa Manin due o tre anni fa), però ci sarebbe piaciuta ben di più una retrospettiva comprendente anche il periodo d’avanguardia surrealista di Mirò( “il” suo periodo topico, da metà anni Venti a metà anni trenta) che, non è peregrino ipotizzarlo, col milione e duecentomila Euro di costo della Mostra, si sarebbe anche potuto ricomprendere.

Paolo Turati