Archivi categoria: Commenti

…MI DIA IL GIORNALE DI IERI, PER FAVORE…

Cosa vuol dire dare il peso giusto alle cose, ovviamente visto col senno del poi…il 24 Ottobre del 1929, si dava quasi lo stesso spazio sulla prima pagina dei giornali al crack di Wall Street ed ad un fallito attentato al Principe Umberto in Italia. Per questo motivo, anche se serve a poco in quanto il delay temporale è minimo, io non leggo mai il giornale del giorno corrente, bensi quello del giorno prima.

Paolo Turati

L'immagine può contenere: 2 persone
Annunci

PAOLO TURATI ED ARMANDO SIRI( VIDEO) SU “EURO: MITO E REALTA'”, AL C.C.LA FONDAZIONE MAGELLANO

Turati e Siri

Il Video della Conferenza di ieri, Giovedì 31 Marzo 2016, presso il Comitato Costituente la Fondazione Magellano davanti ad un centinaio di imprenditori, managers, investitori e professionisti su EURO: MITO E REALTA’, relatori Paolo Turati e Armando Siri.

Cliccare sul link qui sotto per accedere al video:
14 anni di eurokrazia: benefici o danni? Europa dei Popoli o della Finanza?
youtube.com

Lo Staff di Tactica

NON SI MUORE MAI TROPPO PRESTO

Visti un Harrison Ford 73nne mimare stancamente quello che era stato 30 anni prima in “Guerre Stellari episodio VII il risveglio della…prostata”( lo stesso George Lucas si è lasciato scappare una stigmatizzazione imbarazzante su questo episodio che ha conferito “in concessione a terzi”, peraltro certamente non a titolo gratuito ) e tristemente pronto al primo ciak del V episodio di Indiana Jones, un Bruce Willis appeso ad una seggiovia con un cellulare Vodafone che lo ‘sostiene moralmente’ assieme al solito Italiano fraccicone mentre l’impianto di risalita risulta irrimediabilmente “fffeermmooo” per ore e “Mr Dance with the wolves now swim with the tunas” mangiarsi il Tonno Rio Mare come un Tatanka in forma però di Big white shark da tavola ad ogni piè sospinto nei break pubblicitari delle nostre televisioni, non resta che ringraziare( nell’interesse della loro stessa memoria) che Amedeo Modigliani, James Dean, George Gershwin o Franz Schubert abbiano lasciato questa vita poco più che trentenni. Diversamente, pensate a che iattura si sarebbe potuto esporre un W.A. Mozart ottantenne nel produrre una melensa ninna nanna dal titolo “Eine kleine kinder musik” per il nipotino neonato del cognato del Principe Arcivescovo di Salisburgo contro un piatto di lenticchie.

Paolo Turati

Kevin Costner ha avuto una carriera sfavillante da “Balla coi Lupi” a “Gli Intoccabili”, costellata da premi prestigiosi e interpretazioni magistrali. E allora la domanda che…
huffingtonpost.it

MONTI + TREMONTI FANNO QUATTRO MONTI: UNA SCALATA PER AFFOGARE NEL MARE DELL’INEFFICIENZA!

405px-Gothics_Mt_flank_seen_from_direction_of_Sawteeth

Ricevo dall’amico Professor Beppe Scienza del Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino, massimo esperto in Italia di Prodotti finanziari e Gestione del risparmio con cui da tempo condivido tematiche e conclusioni critiche in quei campi, e volentieri pubblico, riflettendo con amarezza che fra le dissennatezze prodotte da Monti e dai suoi accoliti come la Fornero e l’inefficienza di Tremonti, sotto il cui “Vicereame” finanziario di cui è stato per anni investito da Berlusconi si sono prodotti più di novecento miliardi di Euro di danni( due milioni di miliardi di vecchie Lire, fra danni emergenti, lucro cessanti e risparmi erariali-in particolare quelli derivanti dai tassi dimezzati di costo del Debito Pubblico ex introduzione dell’Euro-scialacquati) a carico dei cittadini, le modestissime capacità delle Sinistra di Governo, da Prodi a Renzi, foriere pure loro di immensi danni, finiscono assolutamente sottotraccia.

Paolo Turati

Mario Monti e le banconote in lire

La gloria imperitura di Mario Monti è garantita da una sua decisione economica di grandissimo respiro. Infatti col decreto c.d. Salva-Italia azzerò dalla sera alla mattina le banconote in lire ancora in circolazione.

La Corte Costituzionale non ha apprezzato. Però probabilmente la sua sentenza sarà d’aiuto a pochissimi dei risparmiatori fatti fessi dal preclaro bocconiano. Si veda il mio articolo «La Corte Costituzionale non ferma la tassa occulta sulle “vecchie” lire» su il Fatto Quotidiano del 16-11-2015 a p. 22.

Saluti

Beppe Scienza

Dipartimento di Matematica
Università di Torino
via Carlo Alberto 10
10123 Torino
tel. 011-670-2906
www.beppescienza.it
www.ilrisparmiotradito.it

 

GUERRA GLOBALE CONTRO IL VECCHIO CONTINENTE: ANCHE LA TORRE NORD E’ CADUTA…

Tour_Eiffel,_July_1888…simbolicamente rappresentato dal vulnus bellico( e non terroristico ) che ha colpito ieri Parigi e la Francia, così come le Russia( guarda ‘non’ caso, le uniche due Nazioni che hanno recentemente lanciato i loro cacciabombardieri in “Siraq” ) con l’abbattimento del jet di linea partito da Sharm, il fenomeno geopolitico a cui stiamo assistendo( e che stiamo – in verità, noi Italiani meno, stante che, a prescindere dai seri problemi di criminalità comune e sanitari che così facendo bellamente importiamo, con l’accoglienza incontrollata di centinaia di migliaia di clandestini all’anno fra cui si annidano svariate cellule combattenti, e lo si è visto con gli arresti dell’altro giorno a Merano e in svariati altri casi,  propria di questo Governo irresponsabile ci siamo in sostanza trasformati in dei fiancheggiatori surrettizi dell’Isis che, in cambio, di bombe non ce ne tira-  subendo a livello di Mondo occidentale) ha una radice antroposociologica molto profonda, quanto di semplice spiegazione.

Ci ha fatto comodo per decenni non farci carico di un numero di figli che almeno raggiungessero il coefficiente di sostituzione( un dato socioeconomico che parla da sé è, al di là dei non irrilevanti aspetti etici, quello dei sei milioni di aborti legali in Italia negli ultime trent’anni, mentre gli Economisti ci dicono che oggi il nostro Paese sarebbe  in modo autonomo demograficamente allineato ad una sostenibilità del sistema produttivo e, vieppiù, di quello previdenziale se ci fossero sei milioni di giovani Italiani in più)? Non c’è problema, altri, a cui abbiamo appaltato la crescita demografica del Pianeta arriveranno( il sistema dei vasi comunicanti delle migrazioni è il solo dato certo che la Storia ci insegna) a prendersi le case e le cose dei nostri pochi figli. E , dal loro punto di vista hanno perfettamente ragione, sicché il nostro egoismo avrà privato quei pochi figli che abbiamo procreato di quello che immaginavamo avremmo lasciato loro.

Sostanzialmente, la Guerra è già persa sin d’ora, ma si può perdere con onore o con ignominia, vendere cara la pelle e farla durare a lungo, la Guerra, chissà mai che succeda qualcosa di imprevedibile.

Dice: “che bello le città multietniche”! Da un punto di vista di gestione dell’ordine pubblico, per nulla: non si controlla più niente( infatti, a Berlino, la multietnicità è limitata e mirata solo verso etnie ivi ritenute “utili”), come dimostrato ieri a Parigi( che è un pezzo di ventre un po’ più molle di Londra o New York, ma la sostanza è la stessa). In realtà, “essi sono tra di noi”, ormai e si noti che non è che le invasioni di massa derivanti da sperequazioni di crescita demografica del passato abbiano avuto vicende di dispiegamento diverse. Odoacre, quando abbatté l’Impero romano a metà del V Secolo, era uno Principe di origini barbare di altissimo grado nell’esercito romano( ad essere maligni, considerando che in questi ultimi otto anni c’è stata, oltre alla nascita non di uno ma di almeno tre Califfati in aree del Mondo delicatissime, un’evidente accelerazione del fenomeno invasivo, non è che Barak Obama rappresenti qualcosa di molto diverso), Ezio e Stilicone, gli ultimi difensori dell’Impero, era entrambi semibarbari e Alarico, quando saccheggiò Roma nel 410, aveva avuto per anni il rango di Magister militum( comandante in capo ) dell’esercito romano. Era da duecento anni che i Romani, ricchi e pieni di schiavi( 30% della popolazione) ritenevano poco interessante crescere demograficamente, e i risultati di “foederare”interi popoli sui limes rendendo questi di fatto permeabili sin dal IV Secolo, sono visti.

L’Isis ovviamente c’entra, ma limitatamente a questa fase storica così come Al Quaeda in passato: non di meno un domani saranno i Cinesi( in realtà lo stanno già facendo) o altri( il caso dei Marò in India è un indizio non da poco di questo stato di cose) a spingere alle nostre porte o a quelle di altri ancora che verranno sospinti verso di noi così come i Goti ed i Vandali che all’inizio del V Secoli invasero definitivamente l’Europa sospinti dagli Unni della Mongolia. Invero, la questione dell’insufficiente crescita demografica( propugnata da un gran numero di incompetenti Economisti e Sociologi, magari pure insigni del Nobel, negli anni Sessanta e Settanta: se ne è parlato approfonditamente alla due giorni della Fondazione Magna Carta a Norcia la settimana scorsa ) è quello che ha fatto sì che oggi noi si sia Paesi in cui i Consumi del Mercato interno, gli unici  a garantire sussistenza autonoma in fenomeni di crisi, sono insufficienti( quello messo peggio è la Germania, che esporta quasi il 50% del suo Pil, mentre quelli che resisteranno più a lungo, e magari “pareggeranno” in termini geopolitici il fenomeno, sono quegli USA così più abituati a vivere in un “West Far”, che consumano internamente il 70% del loro Pil: noi siamo a metà fra l’uno e l’altro, ma non abbiamo più peculiarità proprie tali da consentirci di “galleggiare” autonomamente, come invece pare poter fare il Regno Unito col suo immenso Commonwealth).

Detto questo, al di là di una topica clamorosa come non mai presa dai Servizi segreti francesi, che si sono fatti passare sotto il naso un’enormità simile, che fare? Premesso che avere “guide”  come quelle di Hollande( che probabilmente, fosse stato al posto di Churchill nella Battaglia d’Inghilterra, avrebbe “inondato di indignazione” anziché di Hurricanes e Spitfires le ondate aeree naziste), più indicato a guidare con la testa ben nascosta dal casco dei motorini con targa farlocca, è già di per sé una criticità grave, tatticamente due cose, e subito, quand’anche non sia il già( perché e possibile che un domani non se ne potrà prescindere) il caso di imporre negli ambiti territoriali più incontrollabili il Codice militare in tempo di Pace. Abolizione del Trattato di Schengen( cosa che vari Stati Europei, Francia in testa stanno già facendo, stante che, se no, davvero, sta finendo che Paesi colabrodo come il nostro finiscono di trasformarsi in un trampolino per il Nord Europa); risposta militare adeguata: ai 120 morti di Parigi far corrispondere un radere al suolo( e con la potenza di fuoco dei formidabili cacciabombardieri di classe F35 odierni o anche immediatamente inferiore, grazie alla quale non è ormai più necessario impelagarsi in problematicissime invasioni di terra, è possibile farlo agevolmente e in relativa sicurezza per i piloti) intere aree di zone Isis( quello che hanno fatto gli Alleati nella Seconda Guerra Mondiale su Dresda -e, in realtà, su quasi tutte le città tedesche, con centinaia di missioni di bombardamento aereo ogni giorno per mesi e mesi- a risposta della nota strage di Coventry), e se si faranno 12.000 morti, vorrà dire che anche i sostenitori in loco dei Califfati inieranno magari a capire che c’è un costo di sangue moltiplicato per cento per ogni affronto di sangue. E, magari, riterranno che “conviene” loro spingere meno sull’acceleratore, pena un’implosione dall’interno “attivata” dalla loro stessa popolazione.

E, un’ultima cosa: se i vertici , molti dei quali così sempre attenti a…”cogliere l’attico, ché ti avvicina al Cielo”, del Vaticano fino al Legale rappresentante pro tempore la smettessero col loro banale buonismo peloso da Parroci di Campagna( così ben condiviso dal PD e dal Centrosinistra tutto) che agevola solo la “presa di confidenza” da parte degli invasori, sarebbe, quand’anche non avessero il coraggio di assumere con gesti e parole inequivoche la difesa di questa parte di Mondo su cui imperversano da 2000 anni,  sarebbe la cosa “meno peggiore” che potrebbero fare.

Paolo Turati

LOTTA DI CLASSE A TORINO: NULLA E’ CAMBIATO DAI TEMPI DI MAO

La bieca vicenda di Via Asti a Torino. La solita lotta di classe comunista: lordare cose e case altrui acquisite e curate col sacrificio, l’impegno e la capacità con ogni brutto mezzo illiberale, anche umanamente reietto, a disposizione. Mao, a un certo punto, decise che se la Cina era in crisi( fine Anni ’50, la sciocchezza del “Gran balzo in avanti” stava già mettendo in ginocchio il Paese dopo pochi mesi dall’inizio della sua attuazione) era colpa, oltre che, ovviamente, dei capitalisti dei…passerotti che mangiavano le sementi dei campi, sicché ordino che i popolo li eliminasse. Centinaia di milioni di Cinesi uccisero quasi tutti i passerotti e, come per incanto…scoppiò la più grave carestia agricola nella Storia cinese, stante che gli insetti proliferarono a dismisura, Queste idiozie nazionalpopolari continuano in Italia oggi con l’immigrazione clandestina protetta e coccolata da un Governo( e dalle sue ramificazioni locali: Torino è in effetti, come tanti altri, un Comune da sempre controllato dai postcomunisti), in sostanza e nonostante il piglio( non ti dico per cosa..) “demo”, ben più filomaoista che progressista.

Paolo Turati

foto di Boella Luisa.

Rete 4 Torino via Asti caserma La Marmora. Servizio sulle 2 occupazioni da parte di Terra del fuoco che ha ricevuto 500mila euro, e da parte degli 80 rom sgombrati da Lungo Stura Lazio .I cittadini denunciano l’illegalità .

ILLEGITTIMA CONTROSCHIFEZZA

E’ giusto essere garantisti e quindi sarà solo dopo che la Giustizia avrà fatto il proprio corso che fatti come quello che ha portato all’arresto del Vicepresidente della Regione Lombardia Mantovani e all’inquisizione dell’Assessore al Bilancio e braccio destro del Governatore Maroni( a sua volta ammesso a Giudizio a Dicembre con rito immediato per un’altra vicenda penale meno seria ma di certo non molto edificante) della medesima Regione Garavaglia che si potranno trarre delle conclusioni in sede civilistica e penalistica. Però, da un punto di vista civico, al di là della denuncia da parte di molti dell’Area di Centrodestra che si tratti sempre e comunque di un attacco politico, va troppo soventemente registrata l’incapacità dello stesso Centrodestra di dimostrarsi, attraverso altrettanto troppi suoi esponenti con mandato pubblico, all’altezza dei propri proclami. Se il Centrosinistra, col proprio statalismo( peraltro in parte condiviso da cospicui ambienti della parte politica avversa), è il Demiurgo storico di questo stato di cose indignitoso che infanga, e il caso Marino ne è solo l’ultimo degli esempi, con una “certa” Politica l’impegno onesto ed operoso della stragrande maggioranza dei cittadini italiani, è ormai purtroppo asseverabile che la concorrenza centrodestrista( e non chiamiamola “legittima-difesa-perché-la-Magistratura-è-ostile” in quanto, quand’anche sia, si tratterebbe comunque di ‘illegittima controschifezza’) non perda l’occasione per mostrare i propri enormi limiti anche etici. Probabilmente, e se non cambieranno la stragrande parte della loro classe dirigente accadrà più presto di quanto non si possa pensare, entrambe le due coalizioni( ma prima, evidentemente, quella non ideologizzata, cioè quella postberlusconiana) verranno spazzate via dai cittadini non con la forza, ma con un’ amara risata per tutto quello che di inveritiero hanno raccontato loro per decenni.

Paolo Turati

Il vice presidente della Regione Lombardia, Mario Mantovani, è stato arrestato con le accuse di concussione, corruzione aggravata e turbata libertà degli incanti in un’inchiesta della Gdf e della Procura di Milano che ha portato in carcere altre due…
ansa.it