Archivi categoria: agricoltura

GREEN ENERGY: EPPUR SI MUOVE…di Paolo Turati su IL PROGRESSO

Mio articolo pubblicato oggi su IL PROGRESSO.

Paolo Turati

Green Energy.GREEN ENERGY: EPPUR SI MUOV… come avrebbe detto Galileo (subito dopo l’abiura “obbligata” estortagli dall’Inquisizione).C’erano non pochi dubbi su una
ilprogressonline.it
Annunci

“Da vedere a vendere”: Magellano ad Asti

Serata di lavori di grande spessore e partecipazione sul tema del Turismo(“Da vedere a vendere”) nella mia città avita( sul cui territorio da 30 anni m’impegno per quanto mi è concesso dal poco tempo a disposizione nell’imprenditoria agricola e che amo quasi come l’ancor più “mia” Torino), cioè Asti, negli aulici locali del Consorzio del Docg nella centralissima Piazza Roma organizzata dalla Fondazione Magellano, di cui ho il piacere di essere tra i fondatori, presieduta dall‘amico Angelo Burzi, presenti, tra gli altri, il Sindaco di Asti Maurizio Rasero, l’Europarlamentare Alberto Cirio, che ha lasciato a tutti gli intervenuti un suo dossier e che ha tratto sotto l’egida di Magellano e lo sguardo compiaciuto del suo sopra citato Presidente Burzi con un appassionato intervento le conclusioni della serata( in cui è stato presentato il format #inpiemonte), il Consigliere Regionale e Presidente di Agorà di Novara, l’amico Diego Sozzani, il Coordinatore Astigiano di Forza Italia e Direttore di Confagricoltura Torino,l’amico, Ercole Zuccaro, l’altro Consigliere Regionale Massimo Berruti e la Sindaca di Cerreto, l’amica Roberta Offman.

Paolo Turati

L'immagine può contenere: 3 persone, persone in piedi e spazio al chiuso
L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi
L'immagine può contenere: una o più persone e primo piano
L'immagine può contenere: 10 persone, persone sedute e spazio al chiuso
L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi

INVESTIMENTI 2017-IMPRESSIONI D’INVERNO

cattura

IMPRESSIONI D’INVERNO SUGLI INVESTIMENTI NEL 2017: come da tradizione segnalo la mia “vision” sulla base degli studi quantitativi che ho effettuato e su quella relativa ad ‘interviste’ che ho fatto ad una ventina dei miei contatti top worldwide in ambito finanziario. Chi avesse avuto la “fortuna” di seguire le mie Finance Winter Impressions dello scorso anno non ha, immagino, avuto motivo di lamentarsi( https://paoloturatitactica.wordpress.com/…/investimenti-ne…/): più o meno tutte si sono rivelate coerenti con quanto poi verificatosi sui mercati.
Per il 2017, vedo un mercato immobiliare delle grandi città in buona ripresa di volumi e, con lieve scostamento “un po’ più in là”, dei prezzi, un Art Market( Impressionist &Modern, Postwar & Contemporary) ancora resistente sui prezzi top degli artisti internazionalizzati( e con, forse, quache recupero di Maestri nazionali di Paesi Club Med come l’Italia, la Francia e la Spagna -immagino, fra i vari, rispettivamente, Vedova e Tancredi, Hartung, Tàpies( nell’immagine)- e sudamericani come Matta )ma grandi difficoltà nel mantenimento dei volumi, come dimostrato dall’outplacement continuo( auto o sp”i”ntaneo) di vari soggetti delle Case d’asta internazionali dirottatisi verso strutture meno generaliste.
Bonds pubblici con prezzi in calo e rendimenti in ancora in rialzo in Usa già subito dalla prima metà dell’anno, immagino per almeno due anni, così come quelli dell’Area Euro, segnatamente dalla seconda metà dell’anno( con lo spegnersi progressivo del QE), a riconferma di un movimento già evidente oggi e che perdurerà anche in questo caso per anni, con tagli drastici nei corsi dei titoli a tasso fisso di lungo periodo. Idem sui bonds corporate e finanziari con in più la variabile della solvibilità dell’emittente: i prossimi 10 anni saranno quelli dei default, più o meno pilotati, sia di soggetti privati che di Enti sovrani, sicchè da porre la massima attenzione a dove si mettono, a quanto lungo periodo e a chi si danno i soldi. La Borsa americana mi stupirebbe dovesse tenere, specie sui tecnologici, questi livelli di capitalizzazione( che mi paiono sopravvalutati del 30% almeno), dopo di che buona fortuna a chi dovesse essere così bravo da guadagnare ancora dopo che negli ultimi 15 anni gli indici Usa sono saliti del 1500% nel comparto tradizionale e del 4000% in quello tecnologico. Il tutto mentre Borsaitaliana perdeva, sempre negli ultimi 15 anni il 45%, ragion per cui mi appare meno pericolosa, anche se di volatilità divenuta ormai inaccettabile, così come quelle in ambito Euro, ragion per cui, se proprio si vuole, qualche chips la si potrebbe anche puntare ma consci dell’alto rischio e dei margini che non saranno probabilmente elevati. Sulle valute attenderei il flesso minimo della Sterlina nel prossimo anno( mentre il Dollaro potrebbe rafforzarsi a causa dell’aumento dei saggi d’interesse) e poi l’acquisterei con una certa convinzione, stante che la dinamica del Pil del Regno Unito è tuttora eccellente e non potrà che migliorare nel lungo periodo, mentre situazione differenziata per le derrate agricole, con ancora in flessione o, al più, stabili nei prezzi i prodotti cerealicoli, mentre quelli bio o vegan ( noci e simili e legumi) appaiono sempre in maggior spolvero. Oro e petrolio stabili o con upsides ragionevolmente stimabili in un 10%, dopo le buone performances del 2016.

Tactica all’elogio del Panettone

ART & FOOD AL MUSEO MIIT CON TACTICA

Con grande piacere ho introdotto stasera con Guido Folco l’apertura di Stagione con una Mostra sui rapporti fra Arte e alimentazione sostenibile in concomitanza con “Terra Madre”.

Paolo Turati

Tactica al Superga Park Tour 2016

Come ogni anno sono salito a Superga( in bici: è una delle mie preferite, una palestra che pratico un centinaio di volte all’anno) per il Superga Park Tour( il 2016 è il primo dopo l’inserimento nell’Unesco), organizzato dagli amico del Parco Po Ippolito Ippolito Augusto Poldo Ostellino, Direttore, e Monica Mantelli.

Paolo Turati

foto di Paolo Turati.
foto di Paolo Turati.

CONFAGRICOLTURA TORINO, SIMPOSIO DEL 2 SETTEMBRE 2016, CON PAOLO TURATI E ALTRI ECCELLENTI RELATORI: DAL TTIP, ALLA CARNE PIEMONTESE, AL…CIBO DI STRADA.

Serata di grande spessore, ieri sera a Confagricoltura Torino, con l’eccellente organizzazione dell’amico Ercole Zuccaro, Direttore dell’Ente, e del Presidente Paolo Dentis. Si è parlato con validissimi relatori anche di carne piemontese e, dal sandwich al Kebab, passando per il sushi, di “cibo di strada”.

Lo Staff di Tactica

Intervento di Paolo Turati sul TTIP al Simposio Confagricoltura Torino del 2 Settembre 2016

Descrizione

youtube