Elezioni amministrative: sempre più vaghe le Stelle di un’Orsa ormai ridotta ad un “Grillo minore”

 

Elezioni Amministrative 2017.

Risultati scontati( Nicola Piepoli ha definito gli exit polls di queste Elezioni “di ordinaria amministrazione”).

Si spengono almeno metà( ma la sconfitta è imbarazzante anche in termini di perdita subitanea del consenso ) delle stelle grilline per la percezione sempre più palpabile da parte della popolazione dì inadeguatezza nel governare( in primis nel metodo, oltre che nel merito) le grandi Città da parte del Movimento. Oltre al caos di Roma, il recente dramma di Piazza San Carlo, assieme ad alcuni altri passi falsi, a Torino( fermo restando la pesante eredità lasciata dalla Giunta precedente ed il fatto che un giudizio compiuto lo si possa dare – e spero ancora che alla fin fine possa essere positivo  nell’interesse di tutti- solo alla fine del Mandato, fra le varie note stonate, oltre alla formazione di una Giunta ma anche di uno Staff-System in buona parte non adeguata come peraltro dimostrano i recenti “tagli di testa”: l’aver permesso l’apertura di uno Zoo – al giorno d’oggi!- nel Centro della Città; l’aver grassato i cittadini con un “o la borsa-con 180 Euro dentro!- o la vita, attraverso ‘ l’assalto’ alla Privacy ISEE ” se semplicemente posteggiano sotto casa; i tagli finanziari ai Musei, in una Città che fa del Turismo culturale il proprio core business, e non ad altri Enti inutili; l’assenza di una Programmazione di networking internazionale di Eventi importanti a livello mondiale che implementino la reputazione culturale worldwide di Torino), come hanno commentato a “Porta a Porta” vari Direttori di giornale e commentatori politici, ha lasciato un segno che pare un punto di svolta, “fotografato” da quell’onda di folla impazzita per il terrore in una Piazza “lasciata alla deriva” da chi avrebbe dovuto sovraintendere( e che, oltre a non scusarsi, preferendo semplicemente “assumersi” -e ci mancherebbe il contrario!- “le proprie responsabilità”, ha saputo esprimere solo “rabbia” anziché, come avrebbe fatto una persona non superba, molto più umanamente e meno infantilmente, “dolore”) , contabilizzabile negativamente per il M5S nell’ordine davvero ormai dei milioni di voti, nonché, più in generale, per l’indebolirsi dell’antagonismo ai poli tradizionali anche a livello continentale, come dimostrano le recenti Consultazioni elettorali in Francia e in Gran Bretagna( fra le varie: il dimezzamento del Partito indipendentista scozzese ed il crollo della Le Pen alle Elezioni legislative).

Si riapre, meglio equilibrata rispetto alla forza che potrà esprimere il Centrodestra dopo la “tosatura” che il M5S( nella fattispecie è stato tatticamente molto utile che nel recente passato, anche su nostro modestissimo e localissimo suggerimento, vari elettori moderati abbiano votato per Grillo) ha provocato nelle ultime Consultazioni ad un Pd che prima appariva invincibile, la possibilità di un Bipolarismo che è l’unico modo razionalmente possibile per poter governare una Nazione.

Paolo Turati


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...