PROPOSITI 2017: RIVALUTARE L’ANTICO E ABBANDONARE IL VECCHIO

“Rivalutare l’antico” e “abbandonare il vecchio”: potrebbe essere questo un proposito da fare proprio per questo fine d’anno. Per quanto mi concerne, mi sovvengono un paio di riflessioni estemporanee. La prima, in termini di “rivalutare l’antico”, la traggo da questo vecchio foglio di un giornale argentino di inizio Novecento, donde si evince qual’era l’importanza di questo pittore di Torino, Lorenzo Delleani, ormai uscito dall’interesse del Mercato, in quei tempi a livello mondiale. C’è una grave responsabilità nell’andata in obsolescenza artistica di molti Maestri del passato e la si trova nell’inadeguatezza, per non dire del menefreghismo, delle gestione della loro figura da parte delle sedi deputate. Si pensi che i Musei di Torino hanno centomila opere, spesso preziosissime, sbattute negli scantinati, che manco sono state mai cataloghizzate. E’ un crimine culturale e bisogna che lo so dica chiaramente. Hai voglia quanti lavori di Delleani, Fontanesi e dei grandi dell’Ottocento, ormai negletti a causa di questa insipienza, potrebbero essere oggetto di mostre importanti anche vendute all’estero( anzichè acquistare noi mostre blockbuster), qualora opportunamente rivalutati, catalogati e promossi, specie in un contesto in cui Torino è la città con la maggior crescita turistica al Mondo! Se fossimo a Dallas, o a Kyoto, o a Doha, dove, mutatis mutandis, non hanno nulla di tutto ciò, avremmo decine di migliaia di opere rese nuovamente fruibili per la cultura, ma nella Capitale subalpina preferiamo tenere in piedi con costi faraonici per molti milioni di Euro annui Musei-Cattedrali nel Deserto irraggiungibili e baloccarci su eventi mercatali-artistici di modesto livello qualitativo, per non dire altro…ché è meglio! Semplicemente vergognoso.

Circa l’ “abbandonare il vecchio”, ebbene, anche quello non è privo di significato positivo, se fatto in modo sensato e, per me, quest’anno ormai passato una risoluzione afferente a ciò è stata quella relativa all’abbandono, dopo un quarto di Secolo di militanza anche come Presidente ed Officer Distrettuale, del Lions Club International. Al di là delle beghe interne ad ogni Club, superabili, è nell’anacronismo rispetto a quella che fu la saggia ( per quei tempi) proposta di Melvin Jones che ravviso come quanto questo tipo di associazionismo molto “pump & circustance” non si adatti più alle necessità sociali odiene. Prova ne sia la continua emorragia di soci, il mancato reintegro con nuove leve e l’innalzamento dell’età media, ormai arrivata( nel mio Club era così è mi pare che altrove non sia molto differente) a sessanta-settan’anni. Il mondo di oggi non può più prevedere ogni settimana o due, serate sempre uguali in cui si dicono sempre le stesse cose con lo stesso ristretto numero di persone che si forzano( perché ce ne vuole…) di tirarsela solo per il fatto di essere lì, quando va bene con un relatore che parla assai poco raramente di argomenti correlati alla realtà corrente. Altre forme associazionistiche stanno rapidamente sostituendo queste un po’ troppo antiquate: i business social networks, ad esempio( e lo vado bene con TorinoIn che ho co-fondato 10 anni fa e che conta oggi migliaia di aderenti), hanno non una, ma dieci marce in più rispetto alla possibilità di reggere il campo in funzione delle necessità odierne di chi opera sia nel business che, automaticamente se è una persona per bene, nel sociale. Ho avuto il piacere di verificare come un business social network come il suddetto, sia stato capace, mentre si occupava della propria attività “core”, di erogare “cura” nel sociale( dal fornire incubatrici agli ospedali in avanti), oltretutto sul territorio( e non, come spesso accade nell’associazionismo tradizionale, in altri Continenti, con rivoli di malversazione dei fondi che sono ovvi e imponenti come fiumi), di gran lunga superiori all’associazionismo old american style, oggi proponibile forse solo più nei Paesi emergenti.

Coi miei più fervidi Auguri di Liete Festività!

Paolo Turati

L'immagine può contenere: 1 persona, sMS, spazio all'aperto e acqua

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...