VIGILIE ELETTORALI: BORSA E CICLISMO “PER ME PARI SON”…

A noi che ci occupiamo molto più volentieri di Ciclismo che ( essendo molto meno seria) di Borsa e Finanza, non è sfuggito il rialzo delle quotazioni sulla Borsa italiana nella settimana che sta finendo con due consultazioni elettorali le quali potrebbero influire pesantemente, a seconda degli esiti, sull’andamento dei Mercati nel prossimo futuro: il Referendum in Italia e le Elezioni presidenziali in Austria. La spiegazione tecnica la mutuiamo dallo Sport da veri uomini, che è quello del pedale, riferendoci ai grandi sprinters capaci di vincere importanti Classiche pur carenti, per paradigma, in salita. A parte che le grandi Classiche escluso il Lombardia, che infatti viene vinto quasi sempre da scalatori, non hanno mai importanti salite, la tecnica per “gabbare”( ma bisogna avere le forza e l’organizzazione!) gli avversari da parte della squadra dello sprinter che, se arriva in volata, poi può “vincere facile”( nella foto il mito di tutti i tempi Rik Van Looy, iridato, con la sua mitica Guardia rossa) è quella di arrivare all’inizio delle salite disseminate lungo in percorso ” a bloc”, cioè “a tutta”, tirando lo sprinter in cima al gruppo. In questo modo, questi si ritrova con anche un chilometro di vantaggio sull’ultimo del gruppo allungato, sicché, hai voglia ritrovarsene tanti che in salita, andando più forte, lo sopravanzino: con ogni probabilità lo sprinter riuscirà a restare nella pancia, alla peggio, in coda al gruppo alla cima della salita e, da lì, pianura o discesa che ci sia, i suoi gregari lo riporteranno in cima al gruppo fino alla prossima salita. Non raramente accade così anche per la Borsa alla vigilia di accadimenti come alcuni di quelli elettorali quali i presenti il cui esito appare quasi scontato e, nonostante questo, ci si ritrova spesso a verificare che le quotazioni di Borsa “risalite” prima di un prevedibile lavacro( nulla quaestio, ovviamente, se, invece, la congiuntura “gira dalla parte giusta”), i market makers le abbiano trattate come si fa con uno sprinter, di modo che, se poi scenderanno, queste si ritroveranno al livello di partenza e il costo dell’operazione sarà stato a carico degli sprovveduti entrati “all’ultimo” a pezzi alti i quali si ritroveranno con una perdita di breve( o anche di medio-lungo, chissà) periodo anche rilevante.

Paolo Turati

Flandria 1962 Born: 20th December 1933, Antwerp, BelgiumNumber of professional victories: 419Flandria 1962In the late 1950s and early 1960s Rik Van Lo…
flandriabikes.com|Di Super User

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...