DA TALETE ALLA COSTA CONCORDIA-L’UOMO E LA MACCHINA: NE ABBIAMO PARLATO AL CIRCOLO DEL DESIGN DI TORINO

Serata con folto pubbico e pregna di contenuti, ieri, al Circolo del Design presso la Camera di Commercio di Torino dove, sul tema del rapporto fra l’uomo e la macchina, il mio intervento mi ha portato da Talete di Mileto a Isaac Asimov*, da Pablo Picasso al…Comandante Schettino! Complimenti a Paolo Maccarrone per l’organizzazione.

*Loesser disse in tono scettico: – Che progressi? Che potete fare oltre la moltiplicazione? Potete integrare una funzione trascendentale? – Col tempo arriveremo anche a questo. Durante il mese scorso ho imparato ad eseguire le divisioni. Sono in grado di determinare con assoluta precisione quozienti interi e quozienti decimali.
– Quozienti decimali? Con quanti decimali?
Il Programmatore Shuman si sforzò di dare alla sua voce un tono indifferente.
– Non ci sono limiti.
Loesser lo guardò sbalordito. – Senza calcolatrice?
– Mi ponga lei stesso un problema.
– Provi a dividere ventisette per tredici. Con sei decimali.
Cinque minuti dopo Shuman disse: – Due virgola zero sette sei nove due tre.
Loesser controllò il risultato. – Ma è straordinario. Le moltiplicazioni non mi avevano impressionato gran che, perché, insomma, comportano solo dei numeri interi, e avevo l’impressione che potesse trattarsi di un trucco. Ma i decimali…
– E questo non è tutto. Stiamo lavorando in una direzione che fino a questo momento è ancora segretissima e che, a rigore, non dovrei rivelare a nessuno.
Comunque… Stiamo per aprire una breccia nel fronte della radice quadrata.
– La radice quadrata?
– La cosa comporta naturalmente alcuni passaggi difficilissimi e ancora non disponiamo di tutti gli elementi, ma il Tecnico Aub, l’uomo che ha inventato la nuova scienza e che è dotato di una intuizione stupefacente, in questo campo, afferma di aver quasi risolto il problema. Ed è soltanto un Tecnico. Un uomo come lei, un matematico espertissimo e con un’intelligenza superiore, non dovrebbe trovare nessuna difficoltà.
– Radici quadrate – mormorò affascinato Loesser.
– Anche cubiche. Allora, possiamo considerarla dei nostri?
Loesser gli tese di scatto la mano. – D’accordo.

( from THE FEELING OF POWER, 1958, trad. di Carlo Fruttero, ambientato in un futuro o in un passato lontani, in cui le macchine faranno/cevano ormai tutto…)

Paolo Turati

foto di Paolo Turati.

foto di Paolo Turati.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...