INVESTIRE A 10 ANNI A TASSO ZERO PER SALVARE IL CAPITALE: SI PUO’ E, FORSE, SI DEVE FARE…

File:Krakatau v Novinaj.JPG

Pensate a cosa ci attende di finanziariamente catastrofico nel prossimo decennio, stante che la sostanza delle cose è che, ad oggi, primo Marzo 2016, gli Stati sovrani più solidi, con queste recenti emissioni a lungo termine a tassi negativi sul mercato primario che fanno il pieno di sottoscrittori, ammoniscono sostanzialmente gli investitori di prestare loro i danari a interesse sotto zero( quindi ad un costo) per 10 anni pur di collocare i propri danari ad un debitore solido, come può appunto esserlo lo Stato giapponese o tedesco. Se ne tenga conto, quando si ha in portafoglio qualsiasi altro tipo di emittente che, magari, paga un punto e mezzo o due -o, peggio, 5 o 6– di rendimento annuo( con rischio effettivo spesso elevatissimo…e non si venga poi a dire…eh ma chi avrebbe potuto immaginare!)…il prossimo decennio sarà quello dei fallimenti delle grandi strutture economiche( e, in verità, non sarà in generale un male, ché, finalmente, si farà un po’ di piazza pulita di enti inefficienti e peggio) e sarà già bravo chi riuscirà a salvare il proprio capitale( non anche a farlo rendere).

Paolo Turati

TOKYO/LONDRA, 1 marzo (Reuters) – Il Giappone è in ordine di tempo il primo tra i Paesi G7 ad assegnare a rendimento negativo debito sovrano a scadenza dieci anni. Chi ha sottoscritto i titoli è infatti
IT.REUTERS.COM
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...