Investimenti nel 2016: “impressioni d’inverno”…inversioni da inizio anno…

image

Mercato immobiliare destinato ad un ampio recupero( vedi immagine: ormai se ne sta accorgendo anche…Televideo!)di lungo periodo per le principali citta, sempre più smart a scapito della Provincia vieppiù negletta, complici i prezzi bassi, la defiscalizzazione sulla prima casa e la ripresa dell’erogazione dei mutui( nonché, quando sarà. l’iinevitabile futuribile introduzione di un Euro ad almeno 2 velocità che produrrà un po’ di auspicata inflazione). Non così i prezzì delle obbligazioni e delle azioni( ovviamemte fatte dovute eccezioni qualitative), ai massimi dopo oltre 5 anni di denaro prestato a tasso zero per salvare le banche di mezzo Mondo, destinati a medio periodo a un severo ritraccìamento, specie sulle obbligazioni a tasso fisso. Guai in vista per l’Art Market, dopo 15 anni di incremento iperbolico, che mostra di aver toccato il top da cui potrebbe scendere considerevolmente nel medio periodo( sempre più evidente nelle aste internazionali, nonostante le aggiudicazioni di top lots a prezzi stellari, la costante crescita degli invenduti e delle aggiudicazioni sui minimi di stima) .Bene gli investimenti di alta qualità “allocativa”, come i Buoni Fruttiferi Postali( e i prodotti finanziari-specie se non si tratta di obbligazioni ‘subordinate’, che di per sè non sono da demonizzare se rendono bene e le si comprano cum grano salis, ma che,ahimè, oggigiorno fanno un po’ troppa rima con ‘subprime’-di Banche con buon coefficiente di solvibilità Cet1) e, mentre nelle derrate agricole si ripongono poche speranze( così come sui prezzi dei terreni agricoli), si muoveranno a macchia di leopardo le materie prime, settore in cui una fish nei due sensi call+put, con tutto il rischio relativo, la si potrebbe puntare sul petrolio( che da questi prezzi potrebbe rimbalzare in linea con una tenuta dell’Economia mondiale ma che. ovviamente, se, specie la Cina non si rimetterà in sesto potrebbe scendere ancora) e sul palladio( auspicando che la ripresa del mercato dell’auto porti a catalizzazioni delle marmitte sempre più aggiornate per contrastare l’inquinamento), entrambi da sempre protagonisti di trends assai complessi nelle dinamiche dei rispettivi prezzi. Dollaro stabile o in ascesa in funzione della velocità di incremento dei tassi d’interesse da parte della Fed. Paolo Turati

Annunci

2 risposte a “Investimenti nel 2016: “impressioni d’inverno”…inversioni da inizio anno…

  1. Pingback: STIAMO ESTINGUENDOCI( ASSIEME AI NOSTRI AVERI) E NON CE NE VOGLIAMO ACCORGERE | Paolo Turati Tactica

  2. Pingback: INVESTIMENTI 2017-IMPRESSIONI D’INVERNO | Paolo Turati Tactica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...