L’INQUINAMENTO FINANZIARIO DERIVATO PROSEGUE: GLI ETF DI ETF

File:Terremoto Mayaguez 1918.jpg

Di tutti i prodotti finanziari derivati emessi del Sistema bancario( pari ormai a livello nozionale al 1000% del Pil mondiale: una strada, a rischio terremoto finanziario, ormai praticamente senza ritorno…”in bonis”), gli Etf, acronimo di Exchange Traded Funds, erano( e sono) quelli certamente meno tossici, replicando in modo passivo indici di vario genere sottostanti. Bassi i costi di amministrazione, da 0,20% a 0,30%, venivano mediamente( e vengono tuttora) battute, utilizzandoli,  le performances degli altri prodotti gestiti( più costosi in termini provvigionali senza in genere essere questi ultimi in grado di offrire particolari valori aggiunti in termini di “bravura gestionale”). Le uniche a dolersene sono sempre state le strutture di collocamento dei prodotti del risparmio gestito, stante che gli Etf un investitore li può acquistare direttamente in Borsa tramite la propria Banca ed immetterli nel proprio dossier amministrato senza lasciare nulla alla distribuzione( infatti, parlare di Etf con chi distribuisce prodotti finanziari è come parlare di aglio ad un vampiro).

Ora, dopo la creazione dei Fondi di Fondi di Fondi, cioè dei Fondi comuni di Investimento al quadrato, al cubo eccetera, copiando, onde moltiplicare le commissioni, il peggio dei prodotti finanziari derivati, tipo i Cdo a quadrato o al cubo(square/cube Collateralized debt obligations) che hanno quasi fatto fallire il,Mondo nel 2008, la “produzione” degli strumenti finanziari per gli investitori, s’è inventata gli Etf, di Etf, cioè gli Etf al cubo(tendenti… all’ennesima potenza), quasi triplicando le commissioni di gestione.

Protagonista, ancora una volta, Deutsche Bank, sempre più impelagata in situazioni poco lusinghiere, come dimostra l’allarme sui suoi conti.

I due Etf db x-trackers Multi Asset da poco emessi dal gigante bancario tedesco  riproducono un portafoglio diversificato di altri Etf investiti in varie attività. Più rischioso il Total Return, orientato in modo pesante sull’azionario, che reinveste i dividendi, mentre l’ Income capitalizza i proventi. I costi annui risultano allo 0,72% e allo 0,65% rispettivamente.

Attenzione, ché l’inquinamento da carta finanziaria più o meno tossica è ormai prossimo al colmo e l’unica soluzione consiste in una severa regolamentazione e limitazione relativamente alla cartolarizzazione derivante dalla cessione dei crediti commerciali, paradigmaticamente collegate alla divieto netto ed incontrovertibile anche a livello di gruppo di svolgere contestualmente l’attività di commercial banking e quella di investment banking( https://it.wikipedia.org/wiki/Glass-Steagall_Act ).

Paolo Turati

Annunci

2 risposte a “L’INQUINAMENTO FINANZIARIO DERIVATO PROSEGUE: GLI ETF DI ETF

  1. belle e sante parole, professore ma … cosa facciamo adesso? … ritengo che l’unica ovvia soluzione sia quella di una Politica che fermamente si impone al Capitale ed ai suoi obiettivi … ma l’attuale politica (non solo italiana) è ben lontana dal rappresentare i bisogni e gli interessi delle masse … è il Capitalismo che sta spietatamente guidando le danze … esiste per Lei una speranza di cambiamento e quale può essere?

    • L’unica soluzione, caro Claudio, è imporre alle banche che o facciano la banche commerciali o le banche di investimento, come d’altronde è stato dalla crisi del 29 fino all’inizio del XXI Secolo. Basta riprendere il Glass-Steagall Act del 1934 e renderlo cogente per chi svolge attività bancaria. Così cesseranno le cartolarizzazioni selvagge dei crediti e i conflitti d’interesse a ciò largamente connessi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...