ABOLIZIONE DEL CONTANTE? UN GIRO DI VITE ALLA LIBERTA’ E UN FAVORE ALLE LOBBIES FINANZIARIE

privatisticoprivatisticoprivatisticoprivatisticoFile: 50 EUR dritto (edizione 2002) .jpg

Ricevo, e volentieri condivido, dall’amico Professor Beppe Scienza, aggiungendo un mio commento in calce.

 

No Cash Day: che idea strampalata!

Banche e circuiti di pagamento elettronici insistono con le solite frottole, per guadagnare di più a danno di chi vive in Italia. Per ostacolare i contanti si sono inventati anche il No Cash Day, “celebrato” lunedì scorso. La banca centrale tedesca smonta le tesi che loro sostengono, come riferisco nel mio articolo sul Fatto Quotidiano di ieri 10-6-2015: “No Cash Day. Tutti in coda alla lobby bancaria”. Peccato che la Banca d’Italia invece gli tenga bordone.

Saluti,

Beppe Scienza

Dipartimento di Matematica
Università di Torino

———————————————————————————————–

La motivazione della lotta all’evasione fiscale( che, non di meno è da combattere ) nell’abolizione del contante( già praticamente in essere, con le restrizioni introdotte negli ultimi anni) è assolutamente irricevibile, stante che assale il principio di Libertà del cittadino di detenere i propri beni mobili nelle forme legali previste dalla Costituzione. Così facendo, si favoriscono le lobbies finanziarie e delle Carte di Credito, generando davvero un Signoraggio privatistico ( se quello pubblico nell’emissione di moneta può essere accettato, quello privato no)  a favore di pochi banchieri e finanzieri sulle cui qualità morali ci sarebbe in generale molto da eccepire. Man mano, con  la regia di Matteo da Firenze e, ancor più, dei suoi mandanti , ci stanno togliendo la Libertà e i beni( il prossimo assalto del duo vampiresco Renzi-Padoan, asse di un Governo dittatoriale mai elettoralmente nominato dagli Italiani e sostenuto da una maggioranza parlamentare frutto del “salto di quaglia” a sinistra della componente controdestrista-ennecidina e, peraltro, sancita come illegittima dalla Consulta, sarà concentrato, “predando i cadaveri”, su un l’aumento impositivo altissimo sulle eredità), Se siamo in grave crisi non è colpa dell’evasione fiscale, che, ripeto, pure va combattuta strenuamente, ma con altri metodi, come, delle due, consentendo sostanzialmente la detraibilità totale delle spese o abolendo le imposte dirette e prevedendo solo più un’imposta unica sul valore aggiunto più elevata, modulata in rapporto ai beni su cui insiste e correlata in termini percentuali medi alla copertura delle spese dello Stato. Se in Italia( e Francia, Spagna, Portogallo…per la Grecia, poi, costringerla nell’Euro è come costringere un impiegato con la pancetta in bici da passeggio e restare in scia a Contador e Nibali a 60 Km/h per 250 Km: mission impossible, lo si fa morire d’infarto dopo poco!)siamo in questo cul de sac la colpa è una sola, cioè dell’Euro. A proposito di giri di vite alla Libertà, occhio, adesso, a transitare in auto ai semafori ché, se per caso passa un pedone e lo si investe tragicamente e c’è da discutere di chi era col rosso, si va in galera per 12 anni( emendamento sull’omicidio stradale testé introdotto che è stato sospeso invero all’ultimo, ma che rientrerà di sicuro quanto prima nelle previsioni di Legge): un grazie istituzionale alle decine di extracomunitari ubriachi o drogati che, ormai quasi di regola, si macchiano da tempo di reati come questo, che lo Stato ha preso come “modello” per inacerbare ancor più la sua presa di controllo sul cittadino normale con previsioni legislative assurde.  

Paolo Turati 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...