Archivi del mese: marzo 2015

GIULIA TURATI PER TACTICA E ITALIA ARTE ALLA PREVIEW DEL NUOVO MUSEO EGIZIO DI TORINO

All’ Egizio un nuovo inizio: museo completamente rinnovato in linea con i più moderni standard internazionali. Un raddoppio che il Direttore Christian Greco ha così commentato ” il nostro scopo è soddisfare non solo gli appassionati di egittologia i visitatori che fruiscono il museo a livello didattico ma anche quel vasto pubblico che è incuriosito e ha tirato dal mondo delle antichità” . Il percorso museale inaugurato, ad inviti ristretti( c’era anche il Ministro Franceschini), che stamane ho visionato a livello di preview in rappresentanza di Tactica,  poggia sul progetto elaborato da Christian Greco( nell’immagine) e da 8 curatori con differenti specializzazioni, si sviluppa cronologicamente e si articola in quattro piani di visita scoprendo un arco temporale che va dal 4000 a.C al 700 d.C. Interessante la spiegazione previa esposizione della duplice natura delle collezioni Torinesi in parte antiquarie e in parte archeologiche; una novità che risponde in modo puntuale alla domanda di chi si chiede il perchè di un Museo Egizio a Torino. Con noi, naturalmente, era rappresentata anche la testata Italia Arte Italia Arte .

Giulia Turati

(nelle immagini, anche coi nostri amici Guido Barosio, Direttore di Torino Magazine e col giornalista Piercarlo Forneris)

1520624_1413424188966506_6426765594417131536_n 10599563_1413424482299810_5972408088453457626_n 11081139_1413424502299808_6054705100219292561_n

foto di Tactica Srl.
foto di Tactica Srl.
"Nuove aree"
foto di Tactica Srl.
foto di Tactica Srl.
Annunci

AIRBUS GERMANWINGS…E POI CI PRENDEVANO IN GIRO PER SCHETTINO…

Ebbene, anche in questo ora i Tedeschi ci superano nettamente: nelle “tragedie causate dai vettori”( così come -per carità!- nell’efficienza produttiva della loro Economia, come pure -per altro verso- nello sterminio etnico perpetrato settant’anni fa ai danni degli Ebrei, oltre che nelle catastrofi delle due Guerre mondiali con ottanta milioni di morti complessivi da loro causate e quant’altro loro addebitabile -ed è tanto- dalla Storia nel corso dei Millenni). Ovviamente, tutto il Mondo a prenderci in giro per Schettino da anni, mentre questi qui della Luft..(ex )waff(e), che hanno affidato le vite di 150 persone ad un pazzo conclamato, il quale le ha ovviamente uccise, senza che controllassero un tubo( termine tecnico il meno offensivo che mi sovviene) di niente( il quintuplo delle vittime della Costa Crociere):…solo un caso sfortunato…è made in Germany. Invero, c’è una grossa differenza fra noi e loro: non pochi Italiani sono senza cognizione( e mi riferisco anche ai molti della classe politica che ci hanno così mal governati negli ultimi decenni), un certo numero sono anche dei delinquenti( come dimostrato dalla Criminalità organizzata), ma i veri pazzi distruttori( da Alarico e Genserico a Hitler e Goering) stanno, anche “storicamente”, altrove…in linea di massima oltre il Reno.

Paolo Turati

Prima di iniziare carriera di pilota. Era per questo in terapia. Nella casa del co-pilota che ha provocato il disastro trovate prove della sua malattia psichica. Dal paese…
ansa.it

Serata col Ceo G.E. Nani Beccalli

image

image

image

Euro?Un bene! Obama? Un disastro! Ripresa? Forse si, moderata. Queste alcune delle sue fin tanto autorevoli(fa anche parte della Trilateral)conclusioni. Prendo atto, non condividendo sul primo punto.
Paolo Turati

TACTICA+ITALIA ARTE ALL’OPENING DI MASTROIANNI A PALAZZO CHIABLESE E AL DUOMO DI TORINO

Con piacere abbiamo aderito all’invito dell’amica Professoressa Giuliana Valenza di partecipare alla preview della significativa mostra” UMBERTO MASTROIANNI, tra coscienza civile e spirito del Sacro”: spettacolare, inoltre, la visita prevista per i giornalisti sulla cima del campanile del Duomo in una giornata abbagliante.

Paolo Turati e Rosalba Pastorino 20150330_12080520150330_12022020150330_115938  20150330_120955 20150330_121325 20150330_121445 20150330_121504

FORZA…ITALIA E’ PAESE DI GRANDI SARTI, UN VESTITO NUOVO NON IMMAGINARIO LO SI PUO’ TROVARE!!!

Solo adesso qualcuno del Cerchio Magico si accorge che in Forza Italia non c’è un bel niente che vada bene…dopo aver dissipato il 70% del proprio consenso elettorale e aver portato in pochi anni i Moderati dai 2/3 a 1/3  del corpo votante potenziale passando così il Governo del Paese alla Sinistra per i prossimi 10 o 20 (o più ancora) anni …che prontezza di reazione e che acume…oddio, meglio tardi che mai per dire che il Re( opps….in conclamata situazione da…nomen omen) è nudo… .

La cura migliore sarebbe quella si passare la gestione del Partito al primo bambino che passasse da quelle parti. In merito, l’istruttiva favola di Hans Christian Andersen I VESTITI NUOVI DELL’IMPERATORE( cliccare sul link qui sotto):

http://www.riflessioni.it/semplici_curiosi/vestiti_nuovi.htm

Paolo Turati

Nessuno sconto al partito da parte di Paolo Romani, capogruppo di Forza Italia al Senato. «Siamo divisi e litigiosi. Siamo riconosciuti solo per i litigi», ha detto Romani, intervenendo alla convention azzurra sulle…
secoloditalia.it|Di Redazione

 

 

LO YOUNG TEAM DI TACTICA AL G.H. NAZIONALE DI DESENZANO PER IL VERNISSAGE DI GIUSEPPE TABACCO

10341591_1412643885711203_2246287643307583663_n

VERNISSAGE A DESENZANO DEL GARDA: IL SET DIGITALE DI Giuseppe Tabacco
Grande successo per la presentazione delle opere di Tabacco, il digital artist ha scelto il lago di Garda come cornice, che ben si confà con la sua figura professionale di scenografo. Dalle scenografie per reality TV famosi come La Talpa, La Pupa e il Secchione, L’Isola dei famosi, Masterchef, a pittore e net-artista di successo. Italia Arte Italia Arte e Tactica presenti come press presso il favoloso Hotel Nazionale.

Giulia Turati con Serena Vessa

foto di Tactica Srl.
"Hotel Nazionale - Desenzano del Garda - Vernissage"
foto di Tactica Srl.
foto di Tactica Srl.
foto di Tactica Srl.

GIACE QUI…DA QUALCHE PARTE

CatturaE’ l’epitaffio sulla tomba di Werner Karl Heisenberg, che postula anche rispetto al cadavere del genio come sia impossibile, secondo il Principio indeterministico da lui elaborato, determinare contemporaneamente gli stati quantità e moto di un corpo.

Esattamente novant’anni fa, nel 1925, l’Atto di nascita della Meccanica quantistica, con la pubblicazione da parte di Werner Karl Heisenberg sulla rivista Zeitschrift für Physik dell’introduzione del calcolo delle matrici per la misura dei fenomeni subatomici, che porterà, due anni dopo, nel 1927, alla formulazione piena del suo noto Principio indeterministico, probabilmente l’interpretazione autentica di cosa, come e perché “siamo”.

Paolo Turati

Heisenberg, Werner Karl Fisico tedesco (Würzburg 1901 – Monaco di Baviera 1976). Formatosi a Monaco e Gottinga, dopo il conseguimento del dottorato (1923) H. iniziò un’intensa collaborazione con N. Bohr a Copenhagen, che si concluse nel 1927, quando all’età di soli 26 anni fu chiamato a ricoprire la…
treccani.it