Archivi del mese: ottobre 2009

E' NATO!

Il mio settimo libro pubblicato, che s’intitola "ARTE IN VENDITA-Arte Moderna e Contemporanea occidentale: Guida al collezionismo consapevole", è da oggi disponibile presso tutte le librerie italiane ed i bookshops dei principali musei. In questo scorcio di fine anno e nel corso del 2010 procederà il tour della sua promozione, che, me presente, si snoderà in una trentina di tappe lungo la Penisola, presso musei, istituzioni ed enti dei settori artistico, finanziario ed editoriale. Buona( spero) lettura!

Paolo Turati-ARTE IN VENDITA

Paolo Turati, collezionista d’arte ed economista, presenta un saggio il più aggiornato possibile relativo al rapporto tra la "dura legge economica", che rende possibile procurarsi le risorse per vivere, e "l’immaginario artistico" il quale, molto spesso, rende più bello proprio quel vivere. L’idea di fondo è che Economia ed Arte abbiano sempre avuto bisogno l’una dell’altra, anche se in un rapporto non solitamente facile. Nel corso della lettura, s’incontreranno le più grandi istituzioni museali- dal Moma, al Guggenheim, al Tate Modern-ed i tesori in esse contenute; per passare poi alle fondazioni, alle gallerie, alle fiere internazionali, ai collezionisti più importanti e, infine, al Mercato dell’Arte ed ai suoi protagonisti, prime fra tutte le case d’asta. Prefazione di Ugo Nespolo.(Ananke, Ottobre 2009, ISBN 978-88-7325-319-8, Euro 19,50: disponibile in tutte le librerie italiane e nei bookshops dei principali musei).

LA GRANDE RECESSIONE E' FINITA

126px-Federal_Reserve

Ciò non vuol dire che non possano mancare altre lacrime economiche ed altro sangue finanziario( specie in merito al sempre più difficilmente risolvibile, in prospettiva, problema della disoccupazione), ma la ripresa del PIL americano nel III trimestre 2009 è iniquivocabilmente forte e significativa anche perchè superiore alle attese. Il + 3,5% incamerato da quella che sarà la locomotiva al traino della quale un po’ tutti si attaccheranno(cioè quella americana, che ha un PIL ancora ben quadruplo rispetto a quello cinese) consentirà di cominciare la fase dell’ "exit strategy", particolarmente delicata per i mercati, in quanto le "reti di protezione" statali poste a tutela delle istituzioni finanziarie nel corso della crisi verranno man mano smantellate. E qualcuno ancora potrebbe trovarsi in difficoltà. Cliccando sul link qui sotto un  "lancio" in merito di Reuters.

http://borsaitaliana.it.reuters.com/article/businessNews/idITMIE59S0FY20091029

Paolo Turati

LA PAURA FA…20 miliardi di dollari

influenza

L’effetto panico causato dall’influenza A, non conosce recessione.

Glaxo, Novartis, Sanofi, AstraZenca ecco i nomi dei colossi farmaceutici in ordine ai vaccini. Per gli antivirali ci sono in campo la Roche, con il “TAMIFLU” e il “Relenza” della Glaxo, quindi ancora una volta Big Pharma…La paventata ‘pandemia’ del nuovo virus si trasformerà in affare miliardario per alcune (solite) industrie farmaceutiche per poi, come successe per l’aviaria, dissolversi nell’oblio. Dietro quella precedente emergenza influenzale dei ‘polli’, c’era un famoso gallo, oggi più che mai in forma, ancora…LA ROCHE!

Viviamo in una società costantemente messa in stato di allarme: ricordiamo tutti che in estate è “emergenza incendi”, a Lampedusa “emergenza sbarchi”, per il popolo della notte è “emergenza incidenti” e così via…C’è sicuramente una regia più o meno occulta che ci condiziona nella paura. Questa emozione negativa porta inesorabilmente a perdere la propria lucidità mentale e il necessario equilibrio di fronte agli eventi ed alle scelte. E proprio in questa situazione siamo pilotati a subire…Al contrario, c’è sempre chi ne trae cospicui vantaggi.

 

Luisa Boella Turati-Barbara Aimar

 

Per capirne un po’ di più:

http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/economia/big-pharma/big-pharma/big-pharma.html

DAL 29 OTTOBRE A TORINO PER IL CINQUANTENARIO DEL SALVATOGGIO DEI EMPLI DI ABU SIMBEL

!cid_250A150706104A4691E029C3FAEDC517@PCMax

Ho avuto il piacere di partecipare ieri sera( relatori, tra gli altri, il Prof.Curto ed il Prof.Roccati) alla conferenza per l’inaugurazione della Mostra fotografica di cui nel comunicato stampa più sotto riportato sono segnalati i dettagli. L’iniziativa, patrocinata ai più alti livelli, ha dato origine all’edizione di un volume, disponibile anche presso la medesima Mostra, aperta da oggi, Mercoledi 28 Ottobre, al Castello del Valentino a Torino.

Paolo Turati.

 

World Wide Artists Gallery

COMUNICATO STAMPA

Abu Simbel: il salvataggio dei Templi, l’uomo e la tecnologia

A Torino l’evento internazionale dopo i successi di Roma e Viareggio

Torino, ottobre 2009

salvataggio dei Templi di Abu Simbel, realizzata dall’Associazione Culturale World Wide Artists

Gallery e da Promoroma, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma.

La mostra, in programma dal 28 ottobre al 7 novembre 2009 sarà ospite del Politecnico di Torino,

nel Castello del Valentino, sede della Facoltà di Architettura, e sarà occasione di contatti e scambi

dai quali ci si aspetta una maggiore interazione tra i paesi del Mediterraneo, custodi e responsabili

del più ampio bacino archeologico, culturale e imprenditoriale del mondo.

Due gli obiettivi dell’evento: il primo è quello di raggiungere un pubblico globale e sensibilizzarlo

alla storia dell’uomo, alle sue imprese ed alle sue idee, e il secondo quello di una occasione unica

per valorizzare il tessuto imprenditoriale tra le realtà culturali, sociali ed economiche del Piemonte,

dell’Italia e dell’Egitto. Illustri personalità hanno contribuito ad affermare a livello internazionale

l’ingegno e la creatività italiana nei campi dell’archeologia e dei beni culturali, intesi come

patrimonio dell’umanità.

Silvio Curto, egittologo piemontese di fama internazionale, già professore di egittologia e Direttore

del Museo Egizio di Torino, guidò, dal 1961 al 1969, la Missione Acheologica del Museo Egizio di

Torino in Nubia; svolgendo tale compito salvò il Tempio di Ellesija, eretto da Thutmosi III nel suo

51° anno di regno, 1429 a.C., e minacciato di sommersione dalle acque del lago Nasser; questo

Tempio, poi generosamente donato dalla Repubblica Araba d’Egitto allo Stato Italiano come

ringraziamento per la partecipazione al salvataggio dei Templi della Nubia, tra cui quelli di Abu

Simbel, giunse smontato a Torino il 24 aprile del 1967 dove, sapientemente ricostruito nella sede

del Museo Egizio, è visitabile dal 1970.

Il Prof. Gustavo Colonnetti fu Scienziato di fama europea, Professore Universitario e Rettore del

Politecnico di Torino, anticipatore di avanzate teorie nel campo della Scienza delle Costruzioni,

Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Accademico delle Scienze.

E’ a lui che si deve l’ideazione del progetto, in collaborazione con l’Ing. Riccardo Morandi e con

l’Arch. Piero Gazzola, con cui l’Italia vinse una prestigiosa competizione internazionale lanciata

dall’UNESCO per salvare i Templi di Abu Simbel. Si trattava di portare in salvo il prezioso

patrimonio archeologico dell’Alta Valle del Nilo, nella zona tra l’Egitto e il Sudan, che stava per

essere sommerso dalle acque a seguito della costruzione della diga di Aswan. Il progetto prevedeva

un’impresa di straordinario impegno tecnico, ipotizzando una complessa procedura per tagliare e

sollevare, tramite l’uso di martinetti idraulici, i due colossali costoni rocciosi in cui i Templi erano

stati scavati. Il suggestivo contesto del paesaggio originario sarebbe stato poi ricomposto

integralmente, ad una quota più elevata. Il progetto, però, non fu mai realizzato per la decisione dei

finanziatori che preferirono adottare una soluzione più economica anche se più invasiva, tagliando i

Templi e rimontandoli più in alto.

– Prosegue a Torino l’itinerario internazionale della mostra documentaria sul

Ufficio Stampa World Wide Artists Gallery –

Tel.: +39 – 3356458835 press@abusimbelexpo.org

Relazioni con i Media – Politecnico di Torino –

Tel.: +39 – 011 – 564 6286 relazioni.media@polito.it

Per informazioni:

info@abusimbelexpo.org http://www.abusimbelexpo.org

IL PD E LA QUESTIONE MORALE…

Lupa capitolina

…è un qualcosa che, oltre agli aspetti tangentizi che hanno coinvolto, com’è noto, numerossime amministrazioni dove il Centrosinistra è al potere( ma, in questo, non è che ci sia un’esclusiva di questa parte politica), pare vada ormai affrontato anche proprio in campo meramente sessuale. Non potrà Bersani( ovviamente, non Samuele, che potrebbe invece, essere invitato dal Partito comporre "in ticket" una ballata inneggiante all’omonimo, e c’è da temere -per il PD- anonimo, "neolìder"democratico, da far girare un po’ fra i DJ allo scopo, sperando -sempre per il PD- che non sia controproducente, di farlo conoscere "un po’ in giro") evitare di prendere atto, guarda un po’, che a Roma si sta veramente recitando il "de profundis" etico di un partito che autoreferenzialmente si è da sempre attribuito la leadership del primato morale italiano( che, peraltro, non si sa quale sia, non essendo "cronometrabile"). In rapida serie. Sircana, il membro dell’Esecutivo a suo tempo più vicino a Prodi, "beccato" in colloquii notturni coi "viados"; Bianchini, il violentatore seriale Presidente di Circolo del Partito democratico, arrestato; Marrazzo, Presidente di Centrosinistra della Regione Lazio, come dalla cronaca nera di questi giorni, assiduo frequentatore di Transessuali utilizzando per gli spostamenti necessari a tal fine, tra l’altro, l’auto blu( che, per inciso, pagano i contribuenti).

E’ stato detto da parte di commentatori non proprio disinteressati: "Eh, ma anche Berlusconi…". A questo proposito, fermo restando il diritto alla privacy, che non dovrebbe mai essere intaccato salvo il coinvolgimento diretto in fatti di rilevanza penale, va fatta una precisazione. Fermo restando che il Premier non ha fama di castità, una cosa è essere separati dalla moglie, come Berlusconi, e giacere( magari improvvidamente ove risulti di costumi "non difficili") con una bella donna; un’altra è farlo con un transessuale, per un paladino( un "habitus" che gli pare essergli, in effetti, anche fisiognomicamente consono sin dai tempi di "Mi manda Rai 3") della famiglia, come lo sposatissimo Marrazzo. Ma, cosa più grave, è aver pagato per cercare di insabbiare la faccenda. Entrambe le "operazioni", riportano le cronache, sembra fossero orchestrate ad arte. Berlusconi non ha subito il ricatto, ben sapendo a cosa andavamediaticamente incontro ed ha affrontato la vicenda, comunque sia, da uomo( si ricordi il numero della Pravda di uno di quei giorni "da escort" di qualche tempo fa che, per celia o meno, titolava, all’incirca: "Berlusconi, un uomo vero al potere in Italia"), uscendone con qualche schizzo addosso ma vincitore. Marrazzo( cui va comunque, così come a chiunque altro sia finito- dal Berlusconi escortista al Clinton Levinkyano- in tritacarne simili, la più ampia solidarietà umana: siamo tutti dei gran bei peccatori e chi dice il contrario non può che farlo per ipocrisia o per "sepolcrismo imbiancatore"), purtroppo per lui e per l’immagine del PD, no. 

Paolo Turati

TRADIMENTO!

risptrad_small

 

Ricevo e ben volentieri pubblico il seguente invito ricevuto dall’amico Prof.Beppe Scienza, Docente della Facoltà di Matematica dell’Università di Torino e massimo esperto italiano del prodotto finanziario, oltre che noto saggista e consulente di varie associazioni di consumatori.
Paolo Turati

La-pensione-tradita

LUCIANO GALLINO E BEPPE SCIENZA
TORINO, MARTEDì 27 OTTOBRE 2009, ORE 18

e Beppe Scienza discutono le tesi dei loro due ultimi libri martedì prossimo alle 6 di sera alla Libreria Coop di Torino, in piazza Castello 113, in una conferenza intitolata "Danni e inganni della finanza: la voce delle vittime e il punto di vista della scienza" (ingresso libero).

Partendo da impostazioni distinte (sociologica o matematico-finanziaria), attingendo a fonti spesso diverse e con stili di scrittura assai differenti, essi giungono a conclusioni in gran parte simili. Senza dunque contrapposizioni di fondo, focalizzano l’attenzione però non sugli stessi aspetti del medesimo problema. Il saggio di Gallino tratta la dimensione mondiale del fenomeno e i danni per l’economia in generale, quello di Scienza invece le perdite provocate ai risparmiatori dal risparmio gestito e dalla previdenza integrativa, nonché le soluzioni per evitarle in futuro.

I due libri sono rispettivamente "Con i soldi degli altri", sottotitolo: Il capitalismo per procura contro l’economia", e "Il risparmio tradito", edizione 2009. L’incontro è organizzato dal Centro Studi Sereno Regis di Torino e moderato da Giuliano Martignetti.

Si veda in particolare http://serenoregis.org/2009/10/martedi-27-ottobre-danni-e-inganni-della-finanza-la-voce-delle-vittime-e-il-punto-di-vista-della-scienza/ e in generale la mia pagina web presso il Dipartimento di Matematica dall’indirizzo www.beppescienza.it.

Saluti

Beppe Scienza

Dipartimento di Matematica
via Carlo Alberto 10
10123  Torino
tel. 011-670-2906
fax  011-670-2878
Luciano Gallino

UTILE BENE

 

250px-Monti_-_via_Nazionale_Palazzo_Koch_1000117

Che la direttiva prodotta ieri dall’Abi, annunciata attraverso le parole del proprio Presidente Corrado Faissola, sulla moratoria dei mutui per le famiglie in difficoltà sia un’operazione destinanta a generare del "bene" è probabile, quantomeno nel breve periodo( visto che i pignoramenti eventuali slitteranno di 12 mesi). Di certo, produrrà degli utili per le banche, che non solo eviteranno di dover affrontare insolvenze nel (medesimo)breve periodo e tutti gli annessi e connessi, ma potranno contare della non incidenza in bilancio nella la formazione dell’utile dei prestiti congelati. E, in più, miglioreranno la propria incrinata immagine senza praticamente "colpo ferire". Well done, senza dubbio!

In merito, cliccare qui sotto per leggere un articolo comparso oggi su La Stampa a firma di Luca Fornovo.

http://rassegna.governo.it/rs_pdf/pdf/NQZ/NQZH1.pdf

Paolo Turati.