ALBERTO BENEDUCE ED IL VERO PRAGMATISMO

250px-MilanoPalazzoDellaBorsa

Uscita in questi giorni dalla penna di Franzinelli e Magnani, la biografia su Alberto Beneduce mette in luce un uomo che, come principio, ha da sempre asservito la Finanza agli interessi dello Stato. Il che, oggi come oggi, significa voler parlare di una mosca davvero bianca. Un pragmatico( ex-socialista, gia Ministro del Lavoro durante le Due Guerre, saputosi ampiamente imporre nella propria azione di super-tecnico finanziario ed economico al servizio della Nazione durante il Regime Fascista), grazie all’azione del quale è stato possibile assorbire( con la creazione dell’IRI, ma non solo) i pesanti effetti della crisi economica degli anni Trenta. Qui sotto, una sua citazione( tratta da una missiva al Ministro delle Finanze Guido Jung, il 18 Genaio 1933), che certamente il genero di Beneduce, Enrico Cuccia( lo scomparso Presidente della Mediobanca, che ne sposò la figlia Idea Nova), conosceva a memoria e che può essere considerata coerente in modo straordinario con una situazione come qualla che si sta vivendo, tre quarti di Secolo dopo, oggi.

"La realtà della vita economica va sempre affrontata quale è. Lo sviluppo industriale dell’Italia ha bisogno di assestamenti, di coordinamenti, di riorganizzazione economica delle aziende, di consolidamenti finanziari. La situazione mondiale oggi può così caratterizzarsi. SIAMO AL FONDO DEL LIVELLO DEI PREZZI, FORSE AL PUNTO PIU’ BASSO NEL LIVELLO DEGLI SCAMBI INTERNAZIONALI. LA RIPRESA E’ PROSSIMA; MA DALLA RIPRESA TRARRANNO MAGGIORE PROFITTO QUELLE ECONOMIE CHE HANNO SAPUTO DRASTICAMENTE PROVVEDERE ALLE OPPORTUNE LIQUIDAZIONI ED ALLA RIORGANIZZAZIONE DEI LORO STRUMENTI DI PRODUZIONE

Paolo Turati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...